Project Description

Nel cuore dei Colli Euganei, aqua atestina

trekking-64

Itinerario n° 2
CINTO EUGANEO

PDF icona_gps

Piacevole escursione sul monte Venda dove svettano i monumentali ruderi del monastero degli Olivetani. Al ritorno incastonato in un paesaggio agrario mirabilmente conservato troviamo la sorgente il Buso dea Casàra, antichissimo acquedotto romano che riforniva la città di Este.

KML-LogoFullscreen-LogoQR-code-logoGeoJSON-LogoGeoRSS-LogoWikitude-Logo
Itinerario 2

Caricamento delle mappe in corso - restare in attesa...

Monte Venda: 45.313574, 11.676210
Sentiero Monte Venda: 45.308496, 11.684967
Buso della Casara: 45.307430, 11.673140
Monastero degli Olivetani: 45.313076, 11.690831
Podere Villa Alessi: 45.297860, 11.688304
Trattoria Al Sasso: 45.327199, 11.680382
Ca’ Lustra: 45.304861, 11.694294

Tipo di percorso

Durata: 4 ore - Distanza: 12 km - Quota minima: 145 m - Quota massima: 601 m - Tipologia stradale: sentieri e strade forestali - Difficoltà: medio

pallino_AmaronaroI maronari del Venda
Nella sella tra i monti Venda e Vendevolo si trova la più suggestiva maronaria dei colli, un bosco di castagni plurisecolari coltivati per ottenere le pregiate castagne da frutto. Attualmente la proprietà è pubblica e l’Ente Parco lo protegge per la valenza naturalistica.

pallino_B

monte venda1Monte Venda
Il monte Venda rappresenta il centro dell’articolato sistema collinare euganeo e la sua massima elevazione. Il sentiero ci porta ad esplorare il versante meridionale contraddistinto dalla vegetazione termofila a roverella con elementi della macchia mediterranea. Grazie alle oltre 1000 specie vegetali il Venda è uno dei siti con il maggior grado di biodiversità del Nord Italia.

pallino_C casaraBuso della Casara
In un impluvio tra Venda e Vendevolo sgorga una sorgente alimentata artificialmente da un complesso sistema di cunicoli scavati nella roccia all’epoca dei romani per alimentare un acquedotto che in caduta portava l’acqua fino alla città di Este. Nei pressi della sorgente c’è un lavello in pietra utilizzato un tempo dai contadini locali.

pallino_Dmonte vendaMonastero degli Olivetani
Nei pressi della cima del Monte Venda troviamo i ruderi monumentali del monastero degli Olivetani. È possibile osservare la chiesa, la cripta, il maestoso campanile e le pareti di quello che fu uno dei principali centri di fede e spiritualità dei colli Euganei. Il sito fu abitato prima da eremiti nel XII sec. poi da monaci benedettini che edificarono il monastero nel XIII – XIV. Con la crisi dell’ordine benedettino il monastero fu recuperato dai padri Olivetani fino alla definitiva soppressione avvenuta nel 1771 per conto della Serenissima. Il panorama circostante è notevole, spazia dalla laguna di Venezia fino alle propaggini appenniniche.